New Club Soliera

ASD New Club Soliera

Chi siamo, Il regolamento della Palestra

REGOLAMENTO ASD NEWCLUB

Art. 1) Il presente Regolamento, redatto dal Consiglio Direttivo dell'ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA NEWCLUB, disciplina lo svolgimento delle attività che la suddetta svolge in conformità all'art. 3 dello Statuto Sociale.

Art. 2) L'Associazione costituita senza fini di lucro, si propone lo scopo di promuovere e sviluppare attività sportiva dilettantistica, il Fitness e lo sport come forma medico-preventiva, come il nome stesso dell'Associazione testimonia (Benessere); e di promuovere nell'ambito del territorio, interventi d'educazione motoria e sportiva per tutti gli Associati di tutte le età, organizzando con i propri apparati corsi d'attività motorie e sportive con programmi improntati alla massima polivalenza di proposte motorie con indirizzo educativo e riabilitativo globale.

Art. 3) L'accettazione della domanda da parte del Consiglio Direttivo, che potrà avvenire entro 30 giorni dalla richiesta, comporta, per il nuovo Associato, il versamento della quota sociale che avrà validità annuale.

Art. 4) L'eventuale diniego da parte del Consiglio Direttivo sarà esplicitamente motivato.

Art. 5) Al nuovo Associato saranno rilasciate due tessere: la prima, assicurativa dell'Ente di promozione sportiva al quale l'Associazione è affiliata, avente validità 12 mesi; la seconda, per l’accesso alle attività, con validità a seconda del tipo di abbonamento, che è possibile sospendere per un periodo variabile a seconda del tipo di abbonamento e solo esclusivamente per cause di salute dell’associato.

Art. 6) Le quote per la frequenza ai corsi organizzati dall'Associazione saranno fissate dal Consiglio Direttivo, come anche i tempi di validità degli ingressi, gli sconti e i periodi di sospensione.

Art. 7) L’accesso alla struttura è consentita solamente durante gli orari di apertura, che possono variare durante il corso dell’anno a seconda delle decisioni del Consiglio Direttivo.

Art. 8) Gli orari e le tipologie delle lezioni sono decise dal Consiglio Direttivo e possono subire variazioni nel corso dell’anno.

Art. 9) Per aver libero accesso alla sala attrezzi, ai corsi ed alle altre attività connesse, l'Associato deve:
        - aver versato la quota sociale;
        - aver consegnato il certificato medico a norma di Legge;
        - essere in regola con il pagamento dei corrispettivi per i corsi sottoscritti

Art. 10) Il pagamento delle quote e dei corrispettivi deve essere effettuato in contanti; eccezionalmente saranno accettati assegni di conto corrente rilasciati, comunque, per l'importo delle quote dovute o anche carta di credito.

Art. 11) Per accedere alle sale ginniche l'Associato deve essere munito di asciugamano e calzare scarpe con suola di gomma pulita; è consigliato inoltre per gli spogliatoi l'uso di ciabatte.

Art. 12) L’accesso alla piscina è tassativamente vietato con scarpe o ciabatte utilizzate in altri ambienti.

Art. 13) E' consigliato depositare gli oggetti di valore nelle apposite cassette portavalori provviste di chiusura a lucchetto; la stessa dovrà essere custodita dall'Associato e, a fine attività, dovrà tassativamente essere lasciato vuoto e aperto.

Art. 14) L’associato che fa utilizzo degli attrezzi senza la presenza di un addetto, o anche utilizzando una scheda di allenamento standard, dichiara di conoscerne il funzionamento delle macchine e si rende responsabile di eventuali danni arrecati a se stesso, alle altre persone, ed alle attrezzature.

Art. 15) Dopo un ragionevole periodo, necessario all'Associato per ottenere una conoscenza indispensabile sia degli attrezzi, nonché degli esercizi primari seguito da un istruttore personal, sarà rilasciata una scheda di allenamento specifica e personalizzata, al fine di raggiungere gli obiettivi espressi dall'Associato.

Art. 16) Al termine della seduta di allenamento la scheda dovrà essere riposta nell'apposito contenitore sul banco istruttori.

Art. 17) Per consentire e facilitare l'utilizzo dei macchinari a tutti gli Associati, si prega di evitare l'uso prolungato degli stessi ed altresì, a fine esercizio, di riporre i piccoli attrezzi (manubri, pesi, tappetini, step, bilancieri ecc.) negli appositi spazi e contenitori. Nel caso in cui le ciclette ed i tapis roulant siano tutti impegnati è obbligatorio l’utilizzo massimo di 20 minuti per sessione di circuito.

Art. 18) E’ severamente vietato portare alimenti, oli, o altre cose che possano sporcare o rendere i pavimenti scivolosi all’interno delle sale di allenamento.

Art. 19) Per poter organizzare un corso di una nuova disciplina è richiesto un numero di almeno 8 persone; le successive lezioni, per un miglior svolgimento e coinvolgimento, potranno aver luogo con almeno 4 partecipanti.

Art. 20) La prenotazione alle lezioni ove sia previsto, deve essere fatta rispettando le seguenti indicazioni: per gli abbonamenti a periodo è possibile effettuarla per tutto il mese in corso, per gli abbonamenti ad ingressi devono essere prenotate 1 alla volta, e possono essere annullate fino a 12 ore prima della lezione, in caso contrario, saranno addebitate.

Art. 21) Gli abbonamenti dovranno essere rinnovati prima della scadenza come anche la tessera della federazione, in caso contrario non sarà consentito l’ingresso alla struttura.

Art. 22) Gli associati si impegnano a comunicare ogni variazione dello stato di salute che invalidi il certificato, manlevando l’Associazione da ogni responsabilità nel merito.

Art. 23) L'Associazione non è responsabile di danni che eventualmente dovessero subire gli Associati in conseguenza di infortuni, incidenti, micosi in genere, malattie della pelle da contatto o strofinamento.

Art. 24) L'Associazione declina qualsiasi responsabilità per danni, furti o manomissioni all'interno degli spogliatoi, sale ginniche, aree esterne ed agli autoveicoli in sosta nel piazzale.

Art. 25) Gli Associati, con l'adesione, dichiarano di conoscere e rispettare il presente Regolamento e si obbligano a tenere sollevata ed indenne l'Associazione ed i suoi coobbligati da tutti i danni, sia diretti sia indiretti, che potessero comunque e da chiunque, persone e cose, ivi compresi gli atleti, soci istruttori, allenatori, accompagnatori, pubblico, derivare in dipendenza o connessione dell'uso degli impianti e degli accessori, sollevando l'Associazione stessa ed i suoi coobbligati da ogni e qualsiasi azione, pretesa, richiesta (sia in via giudiziale sia extragiudiziale) che potesse comunque e da chiunque promuoversi in relazione alla pratica della propria disciplina sportiva. L'Associazione si garantisce comunque dai rischi conseguenti alla gestione degli impianti mediante stipulazione di idonea polizza di responsabilità civile.

Art. 26) L'Associato ha diritto di essere informato dei fatti più rilevanti riguardante la gestione, lo sviluppo e gli orientamenti dell’Associazione per mezzo della bacheca. A tale scopo l'Associato può chiedere chiarimenti ed informazioni facendone richiesta al Presidente.

Art. 27) Tutti gli Associati devono attenersi alle norme della buona educazione, di provata moralità, della correttezza nei rapporti interpersonali e non dovranno turbare in ogni modo il personale e l'attività degli altri Associati.

Art. 28) L'Associato ha l'obbligo di osservare tutte le norme dello Statuto e del presente Regolamento. L'Associato ha i diritti che gli sono attribuiti dallo Statuto e dal presente Regolamento dal momento in cui la sua domanda di ammissione è stata accettata.

Art. 29) Il Consiglio Direttivo è delegato all'applicazione del presente Regolamento e a deliberare qualsiasi tipo di provvedimento nei confronti degli Associati che non rispettassero il presente Regolamento, in osservanza alle disposizioni di Legge e di Statuto.

Art. 30) Per quanto non previsto e menzionato nel presente Regolamento valgono le disposizioni di quanto riportato nello Statuto, nel libro I del Codice Civile ed in subordine alle norme contenute nel libro V del Codice Civile.

Art. 31) Il Presente Regolamento potrà essere modificato dal Consiglio direttivo.

 

La Direzione